giovedì 13 agosto 2015

Campo Estivo 3/13 Agosto 2015 “Il Campo della Legge” - Floresta (ME)


Il Campo Estivo di quest’anno è stato organizzato insieme al gruppo Assiscout di Palermo appartenente come noi alla W.F.I.S. (World Federation of Indipendent Scout) ed è stato battezzato “Il Campo della Legge”.

Dopo “Agorà” punto di incontro nel ripercorrere vecchie tracce per iniziare a lasciarne di nuove ed “Experior” il desiderio di mettersi alla prova alla ricerca di nuovi orizzonti, è giunto il momento di prendere coscienza di noi stessi e della regola di vita che ci accompagni lungo il cammino.


Riguardo la località, la scelta è caduta sul rifugio forestale “ U Viddanu” (Il Villano), situato in un area protetta del demanio, al confine tra il comune di Floresta e quello di Santa Domenica Vittoria, entrambi in provincia di Messina, ai quali vanno i nostri più sinceri ringraziamenti per la disponibilità ed il supporto dimostrati.
















A questo evento hanno preso parte i Reparti, le Compagnie ed i Raider/ Senior di entrambi i gruppi. I lupi hanno avuto le loro vacanze di branco nel mese di Luglio, organizzate separatamente anche perché si è convenuto che il contesto non fosse adatto a bambini di questa fascia di età.

Dopo il primo sopralluogo, abbiamo concordato senza alcun dubbio che quel luogo sarebbe stato perfetto per vivere 10 giorni di avventure, immersi in uno scenario naturalistico mozzafiato, circondati in ogni direzione da una gigantesca foresta di conifere e latifoglie, attraversata da un ruscello e ricca di numerose specie animali, insetti e piante.
















A completare il quadro la totale assenza di energia elettrica e la presenza di un solo bagno, tutti gli ingredienti per un autentico campo scaut, dove potersi mettere alla prova sulle tecniche tradizionali ed allo stesso tempo ricercare una dimensione spirituale difficilmente ottenibile nel frastuono della vita frenetica di città.

L’organizzazione logistica ci ha messo a dura prova. Oltre 100 Km di distanza, per noi di Messina, al raggiungimento del  sito e quindi il trasferimento di tutti i materiali necessari alla sussistenza ed alle attività, più di 170 Km per i nostri amici di Palermo; ma possiamo ben dire che ce la siamo cavata egregiamente.

Per dovere di cronaca, abbiamo realizzato di sana pianta un complesso sistema di rubinetti, lavandini e docce per soddisfare ogni necessità di natura igienica e lavaggio pentole, gavette e indumenti, inoltre non poca fatica ha comportato l’adeguamento del terreno per gli attendamenti dei sotto campi di Reparto e di Compagnia, ma sicuramente la sfida più complessa è stata quella per la conservazione dei cibi.

Gli E/E ed i R/S hanno vissuto un campo in completa autonomia, ogni pattuglia ha realizzato un sotto campo specifico con i propri attendamenti, tavoli, cucina e bagni, idem per le due compagnie.
















I raider ed i senior, invece hanno usufruito del rifugio e dei suoi servizi dovendosi occupare in parte, come capi unità, delle attività dei ragazzi ed in parte, come raider/senior liberi, di tutte le competenze accessorie e dell’attività di branca programmata.

Le attività di reparto sono state incentrate sulla competizione tra pattuglie che si sono confrontate in giochi e gare di ogni genere ed hanno avuto il culmine con l’immancabile hike con tanto di pernottamento, svolto completamente in autogestione dei ragazzi.

La gara di cucina, il gioco notturno, il percorso Hebert, la missione di pattuglia sono solo alcuni tra i numerosi momenti degni di nota.

Ogni giorno in lotta per gli scalpi di stile e comportamento, miglior sotto campo di pattuglia, cucina, organizzazione e puntualità, igiene, cooperazione, animazione e molti altri ancora.

I ragazzi hanno risposto con grandissimo entusiasmo e non poche lacrime sono state versate durante la cerimonia di chiusura e successiva partenza di rientro.

Le attività di compagnia, invece che limitarsi solo al “servizio”, hanno avuto un’impostazione più consona alle prerogative di tale branca.














Innanzi tutto, nei primi giorni, si è lavorato per favorire l’affiatamento fra i ragazzi delle due compagnie e nel contempo per la realizzazione del sotto campo e di tutte le sue strutture.

In questo frangente i ragazzi hanno dato vita alla compagnia “Tao”, la fusione tra la compagnia “Voyager 2” e il Clan “I Cento Passi”, ispirata al simbolo del tao nella sua accezione filosofica. 

Successivamente, una giornata intera è stata dedicata a giochi di ogni genere e va detto che è stato soprattutto grazie a questo  che il livello di intesa ha raggiunto vette inattese.

Su questo terreno fertile i R/S sono stati impegnati nella realizzazione di un’impresa che per la sua originalità va menzionata, “Oggi Comando Io”, una giornata di totale autonomia da tutti i punti di vista che ha avuto la sua concretizzazione in un hike alla volta del comune di Santa Domenica Vittoria dove è stata svolta una ricerca storico culturale sulle origini e lo sviluppo del comune con numerosi contatti con la popolazione autoctona e visita di tutti i luoghi di interesse più importanti.

Il culmine delle attività è stato il campo mobile di tre giorni, interamente pianificato in ogni dettaglio logistico dai ragazzi che si è svolto lungo un percorso naturalistico di inestimabile bellezza.

Un esperienza indimenticabile, tantissimi episodi in cui la solidità del gruppo è stata messa a dura prova ma che hanno  avuto come risultato la maturazione dello spirito di sacrificio, del senso di condivisione, del superamento dei propri limiti.














Episodi degni di nota sono, la costruzione di un rifugio di fortuna, allestito dai ragazzi per ripararsi da un improvviso acquazzone e il servizio di pulitura di una stalla in una fattoria, svolto in cambio di ospitalità per la notte.

Durante i giorni al campo ci sono state anche 3 veglie orientate all’analisi della visione di se stessi e del mondo circostante, di tutti quegli stereotipi e strutture mentali che limitano l’interazione tra le persone in particolare nel periodo adolescenziale.

L’attività raider, oltre che numerosi servizi di supporto logistico, ha avuto come oggetto la realizzazione di una serie di mini-imprese fra le quali, l’ideazione e la creazione di un ricordo simbolico del campo, la costruzione della struttura dell’alza bandiera la progettazione e la realizzazione di un campo mobile di due giorni, con l’intento di realizzare un contatto con il comune di Santa Domenica Vittoria al fine di ottenere informazioni ed accordi utili per la realizzazione di un futuro campo invernale nell’area circostante ed inoltre la visita di un area archeologica ricca di resti monolitici di insediamenti umani già presenti in quest’area più di 1500 anni prima di cristo.

Diciamo che le cose non sono andate esattamente come era stato previsto ma l’esperienza è stata fondamentale per rinsaldare l’intesa del gruppo dei raider più giovani, in fase di formazione.















Il Campo Estivo della Legge è stato davvero un’esperienza unica ed ha segnato un'altra pietra miliare nel nostro cammino, i fratelli di Palermo l’hanno reso ancor più ricco e formativo di quanto mai avremmo potuto fare da soli.

Sono nate numerose amicizie, tradizioni differenti si sono fuse in una singolarità unica, l’intesa, la complicità, la condivisione sono state un momento di crescita prezioso per tutti i capi unità e tanto tanto altro.















Di certo non è facile descrivere a parole una simile atmosfera e soprattutto l’energia positiva che giorno dopo giorno si è sviluppata dentro e fuori di noi, ma se mai si dovesse scegliere un esempio concreto per rendere l’idea, senza esitazione, avreste dovuto vedere, ogni sera, dopo una lunghissima giornata di attività, l’animo e il cuore di ogni singolo “fuoco di bivacco”, in un crescendo, dal primo all’ultimo, senza eguali, sotto un cielo fitto di stelle come una porta magica aperta verso l’intero universo, dove da qualche parte li ne blu più profondo, qualcuno avrà giurato di sentir cantare e ballare e ridere a più non posso … in direzione di quel piccolo pianeta azzurro ai margini di una bianca via di stelle.

Di seguito qualche video:





































































































BUONA CACCIA !!!


Visualizza tutte le foto.

1 commento:

  1. Rosario Vento30 marzo 2018 14:41

    Sono un capo Scaut del AGESCI di Riposto 1° CT e posso dire che siete stati bravissimi. Vi aspettiamo nella nostra base Scaut di Montavano di Mascali gestita da Masci.

    RispondiElimina

Il tuo commento verrà visionato da un amministratore prima di essere pubblicato.
Per inserire il commento, seleziona dalla tendina: "Nome/URL", inserisci il tuo nome e cognome (l'URL non è obbligatorio), clicca su "Continua", poi scrivi il tuo commento e clicca su "Pubblica" (puoi prima visualizzare l'anteprima cliccando su "Anteprima").