domenica 24 febbraio 2019

Thinking Day 2019


Ogni anno tutti gli scaut del mondo festeggiano il Thinking Day, chiamato anche la giornata del pensiero, per ricordare Baden Powell e sua moglie Olave fondatori dello scautismo e del guidismo.

Il 24 febbraio la Sezione di Messina si da appuntamento alla stazione centrale per prendere il treno che ci porta a Villafranca tirrena.



Arrivati a Villafranca, i lupetti salgono sulle macchine per raggiungere il paesino di Calvaruso, mentre il Reparto Pioneer e la Compagnia Voyager, accompagnati dal Vice Capo Reparto iniziano a camminare per raggiungere la meta prestabilita; durante il cammino c'è un'aria di affanno, e per rivitalizzare tutto il gruppo si inizia a cantare e da lì partono subito i cori ! :)


Arrivati a Calvaruso ci fermiamo per una pausa, c'era chi si sgranchiva e chi beveva; finita la pausa saliamo per il cimitero che è stata la nostra tappa più importante di quella particolare giornata... ci mettiamo in quadrato ... è inizio ufficialmente il nostro Thinking day !

Ma perchè siamo andati al cimitero vi starete chiedendo ?

Ci siamo recati al cimitero perchè lì giace il nostro fondatore Giovanni Merlino e lo abbiamo commemorato ristrutturando con la quota dell'uscita di ognuno la sua lapide.



Dopo aver salutato il fondatore e scattato una foto ricordo, siamo ritornati e ci siamo recati nella struttura che ci ospitava che aveva un piccolo cortile ... Perfetto per fermarci per pranzare e dopo di che giocare tutti insieme :)














Alla fine della giornata ci è stato consegnato il Penny per scrivere un piccolo pensiero che verrà letto l'anno prossimo al quadrato come la tradizione vuole.

Ritornati con il treno e arrivati alla stazione centrale di Messina in perfetto orario, la nostra giornata si conclude ... E' stato un fantastico Thinking day !!!

BUONA CACCIA !!!

Elisabetta Colantoni

mercoledì 23 gennaio 2019

Corso di chitarra ... presso la nostra sede !!!!!!!!!

ATTENZIONE !!!

Questo martedì 29 gennaio, alle ore 18, si terrà presso la nostra sede una prova gratuita di un corso base di chitarra ! Siete invitati tutti (iscritti e non) a partecipare !!! :D


domenica 6 gennaio 2019

Campo invernale 2019 ... LA NEVE INASPETTATA

Il campo invernale 2019... che emozione parteciparvi !

Questo campo è stato molto particolare perché noi Assoraider di Messina lo abbiamo passato tra la sede e Santo Stefano Briga, ma andiamo con ordine.

Martedì 2 gennaio noi della Compagnia Voyager II arriviamo in sede, dove abbiamo svolto i lavori di pulizia, in modo da rendere migliore la nostra seconda casa. Dopo pranzo, tra discussioni, prove e problemi tecnici, passiamo un rilassante pomeriggio e, dopo una cena a base di carboidrati, trascorriamo la sera con il film "Il miglio verde".

La mattina del 3 sono arrivati i nostri cari esploratori, con i quali discutiamo sul da farsi e nel pomeriggio, nonostante il grande freddo, prendiamo il pullman che ci porta a Santo Stefano.

Arrivati nell'oratorio del paese, sistemiamo il posto e ci cimentiamo in un esilarante torneo di biliardino.

Passiamo la sera con il primo fuoco da campo e con la seguente veglia in cui vengono trattati, con animati dibattiti, i temi delle maschere e dell'omertà.

All'alba del 4, infreddoliti e assonati, ricompattiamo gli zaini e facciamo ritorno a Messina, dove noi della Compagnia e le tre pattuglie del Reparto ci sfidiamo in una gara di indovinelli proposti dal nostro caro Capo reparto/Compagnia. Il tutto è stato reso magico quando, a un certo punto, ha incominciato a nevicare, il che è veramente raro a Messina !

Dopo il pranzo preparato da noi Rover, ogni branca, compresi i Lupetti giunti poco dopo di noi, si è dedicata all'animazione della sera. Dopo i vari ban, canti e scenette, tra cui l'incontro tra i Rover e B-P sulle alpi svizzere, la Compagnia e il Reparto hanno passato la notte con la seconda ed ultima veglia del campo.


Nell'ultimo giorno, Esploratori e Rover si sono cimentati nel gioco di Kim, mentre il Branco ha giocato al Gioco del Fazzoletto, durante il quale Fratel Bigio (con complicità di un Rover) ha fatto un piccolo scherzo ai Lupetti, lanciando il fazzoletto al malcapitato Rover che è dovuto sfuggire all'inseguimento del Branco.

Dopo pranzo c'è stato il quadrato di chiusura, durante il quale un "Piede Tenero" del Reparto ha preso la promessa e altri due hanno conseguito l'effettivo.

In chiusura di ciò, se c'è qualcosa da imparare da questo campo è che si può riuscire a fare tutto, nonostante difficoltà ed imprevisti, nella totale serenità perché un vero Scaut affronta la vita con il sorriso.

"E questo è il modo di fronteggiare qualsiasi difficoltà, per quanto minacciosa possa sembrare" (La strada verso il successo,Baden-Powell).

Bolignani Matteo, Compagnia Voyager II